Spoletonline
Edizione del 17 Settembre 2019, ultimo aggiornamento alle 14:51:26
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Summer Vintage 50 Scheggino
Spoletonline
Summer Vintage 50 Scheggino
cerca nel sito
Ristorante Pecchiarda
Accademia Scherma Spoleto
Ristorante Albergo LE CASALINE
Libreria Aurora
Fondazione Giulio Loreti
Summer Vintage 50 Scheggino
Ristorante al Palazzaccio
Parafarmacia Serra
Agriturismo Ristorante Borgo delle Mole
Tuber experience - Campello
Pc Work
Rafting Nomad
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Team Dance Spoleto
Vus Com
Stampa articolo

Dal Web , 07 Febbraio 2013 alle 08:45:59

L'Italia del gioco d'azzardo

In aumento vertiginoso le 'puntate' degli italiani [Commenti]

Crescono gli incassi delle vincite provenienti dal gioco d'azzardo, che sono in aumento del 12,7%. A dirlo è un'indagine condotta da Agicos, che ha preso in esame il periodo compreso tra gennaio e ottobre 2012, fornendo i numeri del gioco italiano. Se i guadagni dei giocatori sono quindi passati da


62,3 miliardi di euro ai 70, 2, scendono invece le entrate dello Stato, che perde quattro punti percentuali per una cifra complessiva pari a quasi 5 miliardi.


Chiaramente in aumento anche il numero di coloro che giocano, non solo perché appassionati di lotterie, gratta&vinci, poker o blackjack, ma più verosimilmente per tentare la fortuna e cercare di risolvere i dissesti finanziari causati dalla crisi economica internazionale. Negli ultimi dieci anni tanti sono stati i provvedimenti che in Italia hanno gradualmente regolamentato il gioco d'azzardo, allo stesso tempo favorendone la diffusione. Nel nostro paese c'è stato un aumento complessivo del 450% delle giocate, che ci classifica solo dopo l'Inghilterra, con un giro d'affari quasi di 80 miliardi di euro, il 4% del totale del Pil.


Il gioco d'azzardo diventa così una delle risorse a disposizione degli Stati, per tentare una ripresa, lo dimostrano le più di 1000 licenze concesse nell'ultimo intervento del governo Monti. Certo non solo l'Italia si muove in questa direzione, tante le iniziative per promuovere l'apertura di nuovi casinò: da Marsiglia, che ben presto diventerà la nuova Montecarlo francese, all'Eurovegas in costruzione a Madrid, fino alla Vladivostok russa, città interamente dedicata al gioco d'azzardo.


Certo il rischio per la salute dei cittadini è alto, e sebbene sia comprensibile quanto tale gettito di denaro possa essere utile per uno Stato in difficoltà, il pericolo ludopatia spaventa non poco i medici e le associazioni sorte a tutela del cittadino. Non sono per nulla confortanti le ultime statistiche in merito, provenienti sopratutto dalle Asl regionali che quotidianamente si scontrano con i dipendenti dal gioco d'azzardo. I Sert del Piemonte hanno curato quest'anno più di mille pazienti, mentre nel 2004 erano poco più di 260. Che dire poi dei giovani liguri? 4 su 10 provano nella fascia d'età compresa tra i 10 e i 19 anni, in effetti troppo presto.
Basterà il decreto del Ministro Balduzzi ad arginare il problema?
Studi recenti non spingono ad essere ottimisti in questo senso.



Salute e Bellezza Tracchegiani
Multiservizi Spoleto
Cioccolateria Vetusta Nursia
Principe Store
Abbazia Albergo e Ristorante
Lavanderia La Perfetta
Summer Vintage 50 Scheggino
Azienda Modena


Commenti (2)

Commento scritto da Osvaldo Asteriti il 08 Febbraio 2013 alle 15:59
La legge definisce ingannevole la pubblcità che contiene informazioni non rispondenti al vero, ma anche quella che pur dicendo cose vere le presenta in modo tale da indurre in errore.

Se affermo che le vincite si sono incrementate, dico una cosa vera, ma se non dico in che modo sono distribuite, inganno chi legge la notizia.

Un esempio per chiarire. La lotteria istantanea "Vegas Casinò" distribuisce 40.320.000 biglietti al prezzo di dieci euro ciascuno (con incassi pari a € 403.200.000) e restituisce come montepremi € 314.796.800, pari al 78%. Non male, sembra. Sembra, perchè, ad esempio, il 35,5% dell'intero montepremi € 111.972.000 è costituito da "premi" da dieci euro, che vengono immediatamente rigiocati (chi si ferma dopo aver vinto un premio pari a quanto ha speso per giocare?). Sottraendo al montepremi l'importo dei premi da 10 euro, la lotteria "Vegas Casinò" restituisce ... il 50,3%. L'83,7% dell'intero montepremi è costituito da premi del valore tra 10 e 100 euro e di questo 83,7% il 42,5% e rappresentato dai premi pari al biglietto. Diciamo anche che ci sono anche ben 4 premi (su 40.320.000 biglietti) da 2.000.000, pari allo ...0.02% del montepremi


Commento scritto da Perseo il 09 Febbraio 2013 alle 13:05
Come cambia il gioco "d'azzardo" con i tempi.

Un tempo era tradizione tra i "lord" locali passarsi di mano delle intere proprietà -terreni, palazzetti, casali, ecc. ... - al termine di una simpatica serata passata a giocare a carte o al casinò.

Oggi lo stato per fare cassa amplia il business del gioco d'azzardo: al superenalotto si aggiungono le macchinette, le sale bingo e ultimi arrivati i casinò online.

Illude specialmente i più poveracci con il miraggio di vincite fruttuose e permette a poche società di ripulire le già vuote tasche dei cittadini. Anziché studiare come far ripartire l'economia e generare ricchezza, lo stato pensa a vendere sogni di ricchezza.



Aggiungi un commento [+]
Centro Medico Giulio Loreti
Associazione Cristian Panetto
Il Pianaccio
Bar ristorante Belli - Spoleto
Bonifica Umbra
Marco Post Spoleto
Summer Vintage 50 Scheggino
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
La Fabbrica del Gelato
Il Giardino delle Naiadi
Bar Moriconi
Visit Scheggino
Bar delle Miniere