Spoletonline
Edizione del 15 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 01:00:19
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Agriturismo Colle del Capitano
Libreria Aurora
Parafarmacia Serra
Bonifazi Immobiliare Spoleto
AROF Agenzia Funebre
The Friends Pub
Mrs Sporty
TWX Evolution
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Albergo LE CASALINE
Maison del Celiaco
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Centro Dentistico Cristina Santi
Lavanderia La Perfetta Self
Vus Com
Pc Work
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Stampa articolo

Valnerina - Opinioni, 18 Giugno 2014 alle 13:56:17

Norcia: La Lega SPI CGIL Spoleto Valnerina chiarisce la sua posizione sulle iniziative sul 70° anniversario della Zona Libera Partigiana Umbro – Sabino – Marchigiana

 


Il Sindacato Pensionati C.G.I.L. Lega di Spoleto Valnerina, in occasione del 70° anniversario della proclamazione della Zona Libera Partigiana Umbro - Sabino - Marchigiana, ha ritenuto promuovere, d'intesa con la Federazione Provinciale dell'A.N.P.I. di Perugia, delle manifestazioni


che riportassero alla luce il ricordo di quella interessante, seppur breve, parentesi della storia della Resistenza Umbra alla occupazione nazifascista che per molto, forse troppo tempo, è stata dimenticata da tutte le Istituzioni Regionali.
Le cerimonie programmate avevano come sede le Città di Norcia e Cascia che avevano avuto una rilevantissima importanza nelle vicende che portarono, appunto, alla liberazione delle due Città ed alla proclamazione della Zona Libera - con capitale Cascia - nel Marzo 1944; si tratta, quindi, di uno dei primi fenomeni di tal genere a livello nazionale (molto probabilmente il primo).
La parte principale delle due iniziative doveva essere la posa in opera di due lapidi marmoree le cui immagini appaiono nel presente articolo che ricordassero, principalmente, la partecipazione delle popolazioni della Valnerina alla Lotta di Liberazione.
Tale iniziativa che ha avuto notevole successo e partecipazione nella Città di Cascia, dove il primo cittadino, Sindaco Emili, ha partecipato ufficialmente all'intera cerimonia alla quale hanno dato il proprio rilevante contributo l'ANPI con la presenza del proprio Presidente Regionale Avv. Francesco Innamorati, l'Istituto di Studi sull'Umbria Contemporanea con tre relazioni di storici e lo Spi CGIL che ha visto, a chiusura degli interventi, una relazione della propria Segretaria Nazionale Carla Cantone.
Per quanto riguarda Norcia, l'impossibilità di disporre di spazi pubblici ed una limitata presenza di figure istituzionali, pur prevedendo un programma analogo, realizzato in una Sala di un Hotel locale, ha sortito un risultato di minor rilevanza anche se la presenza, in questa giornata, del Presidente della Fondazione "Giuseppe Di Vittorio" Carlo Ghezzi che fa parte anche della Segreteria Nazionale dell'ANPI e del Partigiano spoletino Giampaolo Loreti dessero un particolare lustro all'iniziativa.
Principalmente l'impossibilità della posa in opera della lapide ha sminuito, nella Città, l'eco che tale fatto avrebbe conferito all'intera cerimonia.
I fatti di Norcia hanno innescato una polemica politica che, ovviamente, lo SPI CGIL non aveva la minima intenzione di scatenare.
D'altra parte il rinvio dell'iniziativa - suggerito dal neo eletto Sindaco di Norcia - a brevissima distanza dallo svolgimento, non risultava possibile, stante il notevole impegno organizzativo profuso dalle nostre strutture e per la presenza ormai programmata di personaggi - già menzionati - che in quei giorni erano impegnati in numerose manifestazioni della stessa natura nell'intero territorio nazionale.
Tutto ciò detto, estranei ad ogni qualsivoglia diatriba, che, tra l'altro, risulterebbe del tutto estranea ai compiti di una Organizzazione Sindacale come la nostra, ribadiamo, come abbiamo fatto a commento della presa di posizione del Partito Democratico di Norcia, la nostra ferma intenzione di portare a compimento quanto programmato per la ricorrenza in questione, in particolar modo con l'apposizione, in sede idonea per decoro e rilevanza, nella Città di Norcia, della pietra già predisposta con la quale viene sottolineata l'importanza ed il valore dell'opera della popolazione del nursino in occasione, per l'appunto, della Lotta di Liberazione dall'occupazione nazifascista.
Considerando che una iniziativa come questa riveste una importanza particolare, principalmente per la riscoperta dei fatti riguardanti la nascita di quella prima Zona Libera, da troppo tempo dimenticati, e prescinda, come fatto meramente storico, da qualsiasi valutazione "di parte", l'intento della Lega SPI CGIL Spoleto Valnerina vuole esclusivamente essere quello di invitare tutte le Istituzioni della Città di Norcia ad adoperarsi, ognuna per la sua parte, allo scopo di garantire, in breve e ragionevole lasso di tempo che rispetti, ovviamente, le scadenza della Ricorrenza, la collocazione della lapide depositata presso la Sede CGIL di Norcia ed in attesa, per tutto quanto espresso, di una PIU' NOBILE DESTINAZIONE.
Giuseppe Giansanti - Segretario Lega SPI CGIL Spoleto Valnerina


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf Spoleto
Perugia Online
TWX Evolution
Ferramenta Bonfè
De.Car. Elettronica
Associazione Cristian Panetto
Pizzeria Mr Cicci
Principe
Lavanderia La Perfetta
Supermercati della convenienza offerte speciali
Bonifica Umbra
Gabetti Immobiliare
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
Necrologio
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Performat Salute Spoleto
Stile Creazioni
Guerrini Macron Store
Ristorante La Pecchiarda