Spoletonline
Edizione del 26 Giugno 2019, ultimo aggiornamento alle 19:26:42
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Ristorante Albergo LE CASALINE
Calcio a 5 - Tiki Taka x Il Sorriso di Teo
Vus Com
TrattOliva
Rafting Nomad
Tuber experience - Campello
Il Cerchio 5 x 1000
AROF Agenzia Funebre
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Pc Work
Fondazione Giulio Loreti
Libreria Aurora
Ristorante al Palazzaccio
Electrocasa Spoleto
Ristorante Pecchiarda
Spoleto Cinema al Centro
Le soffitte di SOL

VUS: DA FOGGY BOTTOM I DS DI SPOLETO SILURANO L'ATTEGGIAMENTO DEI CUGINI FOLIGNATI TIRANDO IN BALLO LA FEDERAZIONE E MINACCIANDO DI AUTOSOSPENDERRSI

La Segretaria della Unione Comunale di Spoleto ha riunito i suoi organismi e ha diffuso poco fa un comunicato in cui esprime la posizione circa le ultime vicende legate al rinnovo dei vertici della VUS. Ecco il testo integrale del documento diffuso da Foggy Bottom: Riteniamo francamente deplorevole l’episodio dell’assemblea dei soci della VUS. Per due ordini di motivi: primo, che senza un accordo politico preliminare, l’assemblea abbia deliberato la possibilità di far eleggere il Presidente del consiglio di amministrazione da parte dei membri del consiglio stesso a maggioranza semplice, eludendo in tal modo il vincolo, in capo all’Assemblea dei soci, dei Patti parasociali. Secondo, la proposta, da parte dei compagni di Foligno, alla Presidenza di quell’ente di chi, nell’ambito della sua attività di dirigenza politica di questo territorio, non ha dimostrato capacità di dialogo e di costruzione condivisa dei processi di integrazione territoriale e, invece di unire e mediare, ha operato profonde lacerazioni. Noi riteniamo, al contrario, che alla guida della più importante azienda pubblica di questo territorio, debba essere indicato chi possa rendersi interprete di un disegno politico unitario e condiviso, e capace di interloquire positivamente con tutte le amministrazioni del territorio. Per questi motivi, oltre a ritenere inaccettabile la proposta avanzata dai compagni di Foligno, ci interroghiamo sulle motivazioni politiche (innanzitutto sulla possibilità di essere elemento di sintesi e mediazione vera delle diverse anime del territorio) che stanno alla base della Federazione. Per tali motivi, chiediamo un chiarimento immediato su tali questioni alla Federazione, in assenza del quale saremo costretti ad autosospenderci dai lavori degli organismi della Federazione stessa.

Le soffitte di SOL

23 Maggio SAN GIOVANNI BATTISTA de' ROSSIConfessore del XVIII secolo.

San Giovanni Battista de' Rossi, era stato nei primi decenni del ' '700, alunno del Collegio Romano, apparendovi come emulo di San Luigi Gonzaga. Alto nella pietà e nella purezza, come San Luigi, egli volle eccellere nello studio e anche nelle mortificazioni e penitenze. Tirò troppo la corda, dimenticando quella virtù non facile, specie per i giovani entusiasti, che si chiama prudenza. Più tardi, cagionevole di salute e piuttosto malandato, dovette ammettre di essere stato troppo prodigo con i doni da Dio elargiti anche al suo corpo, oltre che alla mente e all'anima. Giovanni Battista de' Rossi era nato a Voltaggio, presso Alessandria, in Piemonte, da modestissima famiglia. Un nobile genovese, commosso della sua pietà e compunzione, lo aveva portato con sè come paggio, in cambio di una educazione accurata, a Roma aveva compiuto gli studi presso i Gesuiti del Collegio Romano, la scuola più qualificata del tempo. Particolarmente dotato per gli studi di legge, il sedicenne Giovanni Battista avrebbe totuto prepararsi con successo a una carriera giuridica tale da porre fine alle ristrettezze familiari. Scelse invece di consacrarsi a Dio. Il giorno in cui, per ragioni di salute, dovette interrompere gli studi e rinunziare ad essere un sacerdote erudito, accettò la prova come una lezione per l'orgoglio intellettuale, senza però sentirsi nè deluso nè inutile. Nella casa del Padre molte sono le mansioni e Giovanni Battista de' Rossi scelse quella dell'amicizia con gli umili. Fallito come studioso, fu prete dei poveri, consigliere degli ignoranti, confidente dei criminali, consolatore degli ammalati, conforto dei reietti. Nella Roma del ''700, rinnovò le geste di San Filippo Neri o di un San Camillo de' Lellis, vivendo non a parole il comandamento della carità verso il prossimo. Fondò istituzioni per la gioventù abbandonata, promosse sodalizi benefici e associazioni devote. Consolò con la pratica assidua della confessione, insegnò con parole semplici e capaci di parlare direttamente al cuore. Fu un nuovo Apostolo di Roma e del suo popolo povero e spesso doloroso, dolorante e povero egli stesso, finchè la malattia non fiaccò per sempre il suo corpo affaticato, il 23 Maggio del 1764. A coloro che portano il nome di Giovanni Battista, porgiamo affettuosi auguri di buon Onomastico. Mariangela

Le soffitte di SOL

REFERENDUM: GRANDE ORIENTE D'ITALIA INVITA AD ANDARE A VOTARE

Il Grande Oriente d'Italia ha rivolto un appello affinche' i cittadini si rechino alle urne in occasione della scadenza referendaria del prossimo giugno. "Riteniamo fortemente diseducativo ogni invito all'astensione che allontani i cittadini dalle Istituzioni e che potrebbe suscitare nei giovani una disaffezione all'esercizio delle proprie prerogative democratiche. Approssimandosi la scadenza istituzionale referendaria sulla procreazione assistita, il Grande Oriente d'Italia, portatore di una tradizione che ha espresso i valori fondanti dello Stato Italiano ed ha annoverato tra i suoi membri molti tra i piu' illustri Padri della Patria, formula un appello - e' detto in una nota - affinche' la contrapposizione politica non indulga a comportamenti che sviliscano il rilievo costituzionale dell'Istituto di democrazia diretta". "Nel pieno rispetto della liberta' di coscienza, il Grande Oriente d'Italia non intende impartire alcuna indicazione di voto, bensi' sottolineare l'importanza di un pieno e civile confronto democratico tra opinioni discordanti. Il confronto, in una societa' laica e moderna, si deve esprimere attraverso gli strumenti offerti dalla Costituzione fra i quali si pone il referendum, con cui il cittadino concorre allo svolgimento di una funzione fondamentale dello stato, quella legislativa".

Le soffitte di SOL

Shameles live domani sera al Big Ben

Musica dal vivo domani sera al Bar Big Ben, gli Shameles in concerto. Dopo l’esaltane successo del concerto del mese di pasqua il gruppo spoletino Shameles torna ad esibirsi al Big Ban Bar in via Nursina. La formazione, fondata nel 1995, da uno sparuto gruppo di amici amanti della musica offre un vaso repertorio che spazia dai celebri pezzi del rock anni 70, ad alcuni classici della musica pop italiana (Battisti). L’appuntamento con Pippo (basso), Mario (tastiere), Onelio (Voce) e Jimmy (batteria) è fissato per le ore 22.00 e nell’arco della serata verrà regalato a tutti i partecipanti un piccolo gadget offerto gentilmente dalla nota casa di birra Carlsberg.

Le soffitte di SOL

STELLE DEL GUSTO:DEBUTTA IL PORTOGALLO CON MORENO CEDRONI UNA CUCINA DI SENSAZIONI

Si è aperto stamane al centro Congressi del Chiostro di San Nicolò "Le telle Europee del Gusto", organizzate e dirette da Sapori d'Italia.salutate da un caloroso messaggio inviato dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, la manifestazione enogastronomica è parte,ormai, della cultura e dell'identità dell'Europa. È stato Moreno Cedroni, della Madonnina dle Pescatore, ad inaugurare la serie di degustazioni in programma alle "Stelle".Portogallo:una cucina di sensazioni recita l'invito ad una degustazione. Il noto chef marchigiano ha presentatao un apio di sue creazioni preparate con i prodotti Dop del Portogallo, una Nazione che offre diversi ingredienti per sperimentare le creazioni del maestro marchigiano. A Spoleto Moreno Cedroni sforna del merluzzo in una salsa vellutata di grande qualità, sapida e delicata insieme, nella sua migliore tradizione di creatore di sushi. Oltre al merluzzo, Cedroni si è cimentato in un preparazione a base di guanciale di vitello con broccoletti al vapore. Un esordio da incorniciare, sia per il creativo italiano che per la dispensa portoghese.Al fianco di Moreno Cedroni lo chef spoletino del Ristorante Il Pentagramma Simone Cimignoli Nel pomeriggio, alle diciotto, è salito in cattedra, pardon in cucina, Fabio Baldassarre, chef dell'Altro Mastai di Roma, allievo di Heinz Beck, discendente di una famiglia di noti cuochi abruzzesi. A lui è stata affidata la preparazione dei prodotti Dop francesi. Da segnalare lo splendido ed inappuntabile servizio offerto dagli studenti dell'Alberghiero di Spoleto.

Le soffitte di SOL

Inviato del Corriere della Sera arrestato a Cuba Si tratta di Francesco Battistini.Attorno alle ore 13 italiane è riuscito a mandare in redazione un Sms con scritto «Arrestato»

Francesco Battistini, inviato del Corriere della Sera, è stato fermato dalla polizia a Cuba e probabilmente sarà rispedito in Italia. Era entrato nel paese centroamericano ieri sera. La notizia è arrivata ai colleghi in redazione tramite un Sms dello stesso giornalista. «Siamo stati avvertiti da un suo sms - racconta Paolo Lepri, vice capo della redazione Esteri del quotidiano di Via Solferino - ma non abbiamo altre notizie, se non che probabilmente sarà rispedito in Italia. Sappiamo che uguale trattamento hanno subito altri giornalisti nei giorni scorsi. Speriamo soltanto che non subisca maltrattamenti». Il Ministro degli Esteri Gianfranco Fini ha dato istruzione di convocare immediatamente l'Ambasciatore cubano a Roma, Maria de los Angeles Florez Prida, per avere chiarimenti sul fermo. La Farnesina rende noto inoltre di aver attivato la nostra sede diplomatica all'Avana per seguire con la massima attenzione il caso. L'Ambasciata ha preso contatto con le locali autorità per ottenere l'immediato rilascio di Battistini. Il direttore del Corriere della Sera, Paolo Mieli ha detto che «già qualche giorno fa un altro collega, Rocco Cotroneo, è stato bloccato alla frontiera e costretto a fare marcia indietro. In attesa di conferme ufficiali delle notizie provenienti dall'Avana, esprimo tutto il mio sdegno per il fermo del nostro collega Francesco Battistini, arrestato a Cuba». Secondo Mieli «questo mette in luce la volontà delle autorità cubane di mettere il bavaglio alla libera informazione degli organi di stampa internazionali». «Chiediamo la liberazione immediata del collega Battistini - conclude il direttore del Corsera - per metter fine a un atto odioso che dimostra la natura profondamente illiberale di quel regime». Nella capitale L'Avana è in corso, in una casa privata, l'«Assemblea per promuovere la società civile». Si tratta di una riunione che prevede la presenza di numerosi dissidenti guidati dall’economista Martha Roque Cabello. Castro aveva annunciato «una risposta energica»che è culminata in una retata preventiva nelle case di alcuni oppositori.

Le soffitte di SOL

ESTORSIONE AI DANNI CONNAZIONALE: RUMENO ARRESTATO DA CC

Aveva preso in mano una busta con una tangente di duemila euro, ma non ha fatto neppure il tempo a contarli, che i carabinieri lo hanno immobilizzato; in manette e' finito un rumeno di 25 anni, L.C. gia' noto alle forze dell'ordine per precedenti. L'uomo aveva messo in atto una estorsione nei confronti di un connazionale; il pagamento della tangente e' avvenuto sul piazzale di un distributore di carburante nella zona di Bastiola. Le indagini avevano preso il via alcuni giorni fa, dopo una una denuncia per estorsione presentata ai Carabinieri di Bastia da un altro romeno, tra l'altro risultato clandestino in Italia. Un fenomeno, quello estorsivo, che in Umbria non e' mai apparso eclatante; solo nell'estate scorsa vennero arrestati in due distinte operazioni, sei calabresi e quattro albanesi che avevano estorto mediante minaccia, alcuni imprenditori. Il Comandante Provinciale di Perugia, Luigi Longo aveva disposto quindi la intensificazione dell'attivita' investigativa in tale settore, con l'utilizzo anche di sofisticate apparecchiature per intercettazione. La operazione ha dato i suoi frutti: nella rete dei Carabinieri guidati dal Ten.Florindo Rosa sono caduti, oltre all'arrestato, anche altri otto rumeni dei quali, quattro sono risultati clandestini, questi denunciati per ingresso illegale nel territorio Italiano. La loro posizione e' al vaglio anche del Pm. Manuela Comodi, per accertare se siano coinvolti nella vicenda estorsiva. I Carabinieri ritengono che i rumeni si stessero organizzando per costituire una vera e propria holding criminale specializzata nel far arrivare in Italia i clandestini e poi costringerli con la forza e le intimidazioni, a lavorare per loro mentre le donne venivano avviate alla prostituzione.

Le soffitte di SOL

Pre-intesa fra Amministrazione e sindacati sulla produttività dei dipendenti comunali

Si è tenuto questa mattina, venerdì 20 maggio 2005, alla Sala Giunta del Comune di Spoleto un incontro fra Amministrazione e Rappresentanze sindacali per affrontare la questione relativa alle progressioni, alla produttività e alle indennità di servizio dei dipendenti del Comune. L’incontro, cui erano presenti il Sindaco Massimo Brunini, il Direttore Generale del Comune Roberto Americioni, e i rappresentanti delle OO.SS. ha permesso di raggiungere, dopo lunga trattativa, un accordo di pre-intesa. Tale accordo sarà comunque sottoposto nei prossimi giorni dalle rappresentanze sindacali all’attenzione dell’assemblea del personale.

Le soffitte di SOL

L’UMBRIA REPLICA L’APPUNTAMENTO CON IL GIAPPONE IL SISTEMA TURISTICO LOCALE “VALLI E MONTI DELL’UMBRIA ANTICA”ACCOGLIE GLI ALTRI VINCITORI DEL CONCORSO

E’ arrivata oggi a Foligno la seconda coppia di vincitrici del Concorso “Conosci le Valli e i Monti dell’Umbria Antica”, organizzato lo scorso anno dal Sistema Turistico Locale “Valli e Monti dell’Umbria Antica”. Il concorso, lanciato circa un anno fa sul portale turistico in lingua giapponese di JAPANITALY.COM, (società italo-giapponese specializzata nella comunicazione e marketing rivolti al mercato giapponese, che ha collaborato all’iniziativa) aveva come tema i territori umbri dell’STL (Spoleto, Foligno, Valnerina). Tale progetto, nato dall’idea del CON SPOLETO – Consorzio Operatori Turistici di Spoleto di sviluppare l’offerta turistica umbra in Giappone, paese già molto interessato all’Italia, tende alla promozione del territorio umbro (Spoleto, Foligno, Valnerina) sul mercato giapponese, che ben si sposa ai gusti e alle tendenze del turismo giapponese per la molteplicità di attrattive quali la cultura, la storia, i monumenti, l’enogastronomia. L’occasione per dare il via al concorso è stata la tournée tenuta dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” in Giappone nei mesi di giugno e luglio 2004. Così ad ogni recita del “Lirico” sono state distribuite, con grande interesse e successo, le cartoline per partecipare al concorso insieme a materiale informativo sui comprensori di Spoleto, Foligno e Valnerina, descritti poi dettagliatamente (in termini di territorio, storia, aspetti culturali, artistici, enogastronomici e itinerari suggeriti, corredati una lunga carrellata di immagini) nel portale internet giapponese. Il Con Spoleto ha curato l’organizzazione del progetto, predisponendo l’accoglienza e l’ospitalità per le quattro coppie vincitrici, sulla base delle richieste e degli interessi comunicati dai vincitori. La prima coppia ha soggiornato a Spoleto dal 5 al 7 maggio 2005 e ha già inviato messaggi di ringraziamento per il piacevole soggiorno trascorso. Altre due vincitrici, Sig.ra Emiko Sakurai e Sig.ra Toshiko Sakurai, sono arrivate in Umbria questa mattina e trascorreranno il loro soggiorno a Foligno. Per le due signore è stato pensato un itinerario di tre giorni “Foligno, Spoleto, Montefalco e gli affreschi”. Le signore saranno accompagnate alla visita della città della Quintana e ai suoi monumenti, alla visita di Spoleto, Bevagna e Montefalco con particolare attenzione alla visita di affreschi. Inoltre visiteranno una delle caratteristiche cantine di produzione del rosso di Montefalco e degusteranno tartufo e piatti della tradizione gastronomica umbra nei ristoranti tipici del territorio. Le signore vincitori del Concorso saranno accolti e salutati dall’Assessore al Turismo del Comune di Foligno, Sig. Massimo Boni e Massimo Clementini, consulente del ConSpoleto che consegnerà alle ospiti un omaggio del Teatro Lirico Sperimentale. Le altre due coppie vincitrici arriveranno il 31 maggio e il 6 giugno e soggiorneranno rispettivamente a Cascia e Norcia. Anche per loro sono stati studiati itinerari turistici ad hoc sulla base delle loro preferenze e mirati comunque a far conoscere gli aspetti culturali, naturalistici ed enogastronomici dei luoghi che visiteranno.

Le soffitte di SOL

'Le stelle europee del gusto' dal 20 maggio a Spoleto Cinque chef italiani cucinano il meglio dei prodotti

Dal 20 maggio Spoleto e' la vetrina internazionale del buon mangiare, con 'Le stelle europee del gusto', manifestazione che impegnera' fino a domenica 22 cinque chef italiani di alto livello nella proposta dei prodotti d'eccellenza di Francia, Spagna, Portogallo, Grecia e Italia. In vetrina i prodotti Dop (Denominazione di origine protetta), Igp (Indicazione geografica protetta) e Stg (Specialita' tradizionale garantita) di questi cinque paesi. Nel Chiostro di San Nicolo' si potranno degustare i prodotti dei cinque paesi partecipanti, cosi' come li propongono gli chef Moreno Cedroni, Fabio Baldassarre, Agostino Petrosino, Salvatore Tassa e Gianfranco Vissani. L'iniziativa e' patrocinata dal ministero delle politiche agricole, dal Comune di Spoleto e dalla Provincia di Perugia.

Le soffitte di SOL

Intervento del Sindaco di Campello circa il processo di riorganizzazione aziendale presso la Meccanotecnica Umbra S.p.a e gli esuberi di personale

Paolo Pacifici Sindaco di Campello sul Clitunno L’Amministrazione comunale di Campello sul Clitunno esprime profonda preoccupazione per le recenti vicende relative al processo di riorganizzazione aziendale della Meccanotecnica Umbra S.p.a., che prevede significativi esuberi di personale. La Meccanotecnica Umbra rappresenta, per il nostro territorio, un’importante risorsa che nel corso degli anni è riuscita a costruire con la comunità campellina un significativo legame di solidarietà reciproca, il quale ha portato ad una crescita dei livelli occupazionali sul territorio ed ha consentito all’azienda stessa uno sviluppo rilevante. L’attuazione del proposito di procedere all’operazione di ridefinizione dell’assetto organizzativo dell’azienda, invece, comporterebbe gravi conseguenze sul piano economico e sociale per le famiglie dei lavoratori interessati dai summenzionati provvedimenti e più in generale per tutta la cittadinanza. L’Amministrazione comunale esprime solidarietà ai lavoratori e sosterrà tutte le iniziative che questi vorranno intraprendere per difendere i livelli occupazionali ed evitare che le soluzioni proposte per una migliore organizzazione della produzione siano rappresentate da politiche aziendali di delocalizzazione e di taglio dei posti di lavoro. In merito a tale situazione e al fine di realizzare un confronto tra il Comune, le Istituzioni provinciali competenti in materia di politiche del lavoro e le parti sociali, il Sindaco di Campello sul Clitunno ha convocato un incontro che si terrà presso il Municipio il giorno 23 maggio prossimo per un esame congiunto della situazione.

Le soffitte di SOL

Martedì la presentazione degli eventi 2005 della Provincia Le iniziative unite dai contributi degli Istituti di alta formazione presenti sul territorio

C’è un unico filo conduttore per le iniziative culturali che la Provincia di Perugia ha promosso e organizzato per l’anno in corso: la valorizzazione delle risorse del territorio a partire dagli Istituti di alta formazione in esso presenti (l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”, il Conservatorio di Musica di Perugia, il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”, il Centro Universitario Teatrale, la Biennale di Gubbio). La presentazione dell’intero programma, da parte dell’Assessore alle attività culturali Pier Luigi Neri si terrà martedì 24 maggio 2005 alle ore 12.00 presso la Sala della Partecipazione della Provincia di Perugia. Sarà l’occasione per conoscere nel dettaglio i contenuti della sesta edizione di “Storie di……”, “Isole 2005”, “Villa Fidelia: Splendidissima e Incontri per le strade”, “Corto Estate”.

Le soffitte di SOL

Rifondazione Comunista interviene su esuberi alla Meccanotecnica umbra S.p.A. di Campello sul Clitunno

Christian Napolitano Per il Coordinamento territoriale Il Partito della Rifondazione Comunista, nell’esprimere la propria forte preoccupazione per le vicende che in queste ultime settimane stanno interessando la Meccanotecnica Umbra S.p.A., ribadisce la piena solidarietà ai lavoratori. Di fronte ad uno scenario che vede per l’ennesima volta scaricare sulle spalle dei lavoratori le difficoltà di un sistema industriale ormai in crisi, Rifondazione Comunista non intende rimanere inerte: oggi stesso il PRC, dopo aver avuto un incontro con il Sindaco di Campello, nel quale ha ricevuto le più ampie rassicurazioni sul ruolo attivo che l’amministrazione comunale vuole assumere in questa vicenda, ha concordato con la rappresentanza sindacale dell’azienda un incontro per affrontare di petto la questione della salvaguardia dei livelli occupazionali della Meccanotecnica. La prossima settimana, inoltre, Rifondazione Comunista organizzerà un’assemblea pubblica per coinvolgere direttamente i lavoratori e l’intera cittadinanza, alla quale saranno ovviamente invitate le organizzazioni sindacali e l’amministrazione comunale. Allo stesso tempo, il PRC si attiverà a tutti i livelli, territoriale, provinciale e regionale, affinché le Istituzioni pubbliche affrontino la questione e si facciano carico di una sua positiva soluzione.

Le soffitte di SOL

CHIESA SANTA RITA: FERMENTI PARROCCHIALI CON BOTTA E RISPOSTA

N.G. replica pazientemente alle parole di due ragazze della Parrocchia di Santa Rita e precisa che: In riferimeto a quanto scritto in queste pagine da F. & E. in merito all’articolo della parrocchia di S. Rita N.G. rungrazia le scriventi per la giusta precisazione e precisa che esso riguarda, a titolo puramente informativo della comunità parrocchiale, alcune delle attività che in questi ultimi mesi si sono svolte all’interno di essa, precisando che l’oratorio è stato materia di studio durante l’ultimo Sinodo Diocesano e che nella nostra parrocchia era già stato istituito da altri parroci già prima del Sinodo e di P. Modesto. Forse le scriventi non lo sanno perché in quel periodo forse erano troppo piccole per ricordarlo.

Le soffitte di SOL

STELLE DEL GUSTO:AGROPIRATERIA ASSALTA DOP E IGP: DANNI PER 2,5 MLD L'ANNO

Agropirateria all'assalto di Dop e Igp. Tra "falsi" e "tarocchi" l'agricoltura italiana accusa un colpo da 2,5 miliardi l'anno. La denuncia e' della Confederazione Italiana Agricoltori: il nostro Paese, ha fatto rilevare la Confederazione nelcorso di un convegno tenuto oggi a Spoleto, e' il piu' colpito dalle imitazioni alimentari. E il contraffatto si acquista anche su Internet. La perdita economica che l'agricoltura italiana subisce a causa del crescente assalto dell'agropirateria sui mercati internazionali e' preoccupante: dai prosciutti all'olio di oliva, dai formaggi ai vini, dai salumi agli ortofrutticoli e' un continuo di "falsi" e di "tarocchi" che rischiano di provocare danni rilevanti ai nostri Dop, Igp e Stg, punta di diamante del "made in Italy" nel mondo. Il fenomeno dell'agropirateria - ha sottolineato la Cia - sta assumendo dimensioni sempre piu' preoccupanti. Ormai non c'e' piu' da stupirsi nel ritrovare, anche attraverso Internet, il Prosciutto di Parma, il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano prodotti in Argentina, in Australia o, addirittura, in Cina. Gli "agropirati" si camuffano dietro le sigle piu' strane e singolari. Si va dal Parmesao (Brasile) al Regianito (Argentina), al Parma Ham (Usa), al Daniele Prosciutto & company (Usa), dall'Asiago del Wisconsin (Usa) alla Mozzarella Company di Dallas (Usa), dalla Tinboonzola (Australia), alla Cambozola (Germania, Austria e Belgio), al Danish Grana (Usa).Siamo in presenza - ha denunciato l'organizzazione degli agricoltori- di un business di 52,6 miliardi di euro, praticamente poco meno della meta' del fatturato agroalimentare italiano. Basti pensare che solo negli Stati Uniti il giro d'affari relativo alle imitazioni dei formaggi italiani supera abbondantemente i 2 miliardi di dollari. E il danno e' destinato a crescere, visto che a livello mondiale ancora non esiste una vera difesa dei nostri Dop, Igp e Stg, che comprendono formaggi, oli d'oliva, salumi, prosciutti e ortofrutticoli. Una difesa che non significa soltanto la tutela di un patrimonio culturale, dell'immagine stessa dell'Italia, ma anche la valorizzazione di un settore economico che ha un fatturato al consumo di 8,851 miliardi di euro ed un export di 1,844 miliardi di euro. Prodotti che, inoltre, danno lavoro, tra attivita' dirette e indotto, a piu' di 300 mila persone e che rappresentano una risorsa insostituibile per l'economia locale, in particolare per alcune zone marginali di montagna e di collina che, altrimenti, non avrebbero molte altre possibilita' di sviluppo. Insomma, l'Italia, subito dopo la Francia, e' la piu' colpita dalla contraffazione, dall'agropirateria, dai "falsi d'autore" dell'alimentazione. Nel nostro Paese - ha detto la Cia - si realizza piu' del 21 per cento dei prodotti a denominazione d'origine registrati a livello comunitario. A questi vanno aggiunti gli oltre 400 vini Doc, Docg e Igt e i 4000 prodotti tradizionali censiti dalle Regioni e inseriti nell'Albo nazionale. Una lunghissima lista di prodotti che ogni giorno, pero', rischia il "taroccamento" Il piu' "copiato" tra i prodotti Dop e Igp e' il Parmigiano Reggiano. Ad esso appartiene il primato delle imitazioni. Il suo "tarocco" lo troviamo in Argentina, in Brasile, in Giappone, ma anche in Germania e nel Regno Unito. Seguono il Prosciutto di Parma e quello di San Daniele, il Grana Padano, la Mozzarella di bufala e l'Asiago. Una forte crescita di "falsi" si sta registrando in questi ultimi mesi anche per il Gorgonzola. E cosi' lo troviamo sotto il nome di Tinboonzola e di Cambozola. Ma per trovare i "falsi" Dop e Igp non c'e' bisogno di andare all'estero. E' sufficiente - ha rimarcato la Confederazione degli agricoltori - navigare in Internet per poter avere una vera e propria vetrina del "tarocco". In molti siti si possono acquistare formaggi come il Parmesan o il Regianito, il Provolone e l'Asiago, prodotti nel Wisconsin (Usa), la Robiola del Canada, la Mozzarella del Texas, la Fontina "made in China", i pomodori San Marzano coltivati in California, i fiaschi tricolore di Chianti, statunitensi e australiani, il Prosciutto di San Daniele di una ditta americana

[ 1 ] ... [ 2814 ] [ 2815 ] [ 2816 ] [ 2817 ] [ 2818 ] pagina 2819 di 3977 [ 2820 ] [ 2821 ] [ 2822 ] [ 2823 ] [ 2824 ] ... [ 3977 ]
Associazione Cristian Panetto
Centro Medico Giulio Loreti
Yves Rocher
Marco Post Spoleto
Bar delle Miniere
Il Cerchio 5 x mille
Visit Scheggino
Studio Veterinario Associato
Bar Moriconi
Il Pianaccio
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Il Giardino delle Naiadi
La Fabbrica del Gelato