Spoletonline
Edizione del 13 Novembre 2018, ultimo aggiornamento alle 22:48:15
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Adcomm
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Libreria Aurora
Spoleto Cinema al Centro
Parafarmacia Serra
Bonifazi Immobiliare Spoleto
AROF Agenzia Funebre
Ristorante Al Palazzaccio
Ristorante Pecchiarda
Arte Infusa
Agriturismo Colle del Capitano
Casale La Palombara
Tuber experience - Campello
Stampa articolo

Spoleto - Cultura e Spettacoli, 25 Giugno 2011 alle 15:39:54

Grazie ai Monini, Casa Menotti torna ad essere il cuore del Festival

Nasce il Centro documentazione del Festival dei Due Mondi. 'Un omaggio alla memoria del Maestro, un dono per tutti noi' [Fotogallery, Commenti]


Dan. Ub.

Un connubio esemplare di amore per Spoleto, il suo Festival e la memoria del Maestro Gian Carlo Menotti. Un'unità di intenti che ha coinvolto il Comune di Spoleto, la Fondazione Festival e la famiglia Monini, che ha reso possibile realizzare l'impensabile. Inaugurato questa mattina, in piazza Duomo, il centro documentazione


del Festival dei Due Mondi, il cui compito è quello di raccogliere e catalogare tutto il materiale inerente le 54 edizioni della creatura menottiana, rendendolo visibile e fruibile al pubblico direttamente all'interno della storica abitazione spoletina del Maestro, acquistata un anno e mezzo fa proprio dai Monini.
Visibilmente emozionata Maria Flora Monini, che ha curato di persona ogni singolo passaggio dell'impresa. L'imprenditrice, presidente della Fondazione Monini, seduta al tavolo dei relatori allestito al Tric-Trac insieme al fratello Zefferino, al sindaco Benedetti e al direttore artistico del Festival Ferrara, ha esibito orgogliosa l'onorificenza del Presidente della Repubblica, conferitole per aver realizzato il Centro documentazione e avergli dato sede dentro Casa Menotti.
"E' un sogno che si realizza", ha detto la Monini, "ringrazio tutti coloro che mi hanno supportata e sopportata durante questo periodo, e chiedo scusa per aver tolto del tempo al mio lavoro per realizzare il Centro. Ma ne è valsa davvero la pena. Un ‘grazie' particolare all'Istituto Luce di Cinecittà, a Roma, per averci donato tutto il materiale video del Festival. L'Istituto è il nostro main partner".
"Siamo cresciuti con l'orgoglio di essere spoletini, grazie al Maestro Gian Carlo Menotti", queste le parole di Zefferino Monini. "Il nostro vuole essere un omaggio alla sua memoria e un dono a tutti noi, che da oggi potremo visitare, conoscere, ricordare e studiare il Festival in ogni suo aspetto e lungo tutta la sua storia, direttamente all'interno della casa del Maestro".
Un allestimento multimediale e digitalizzato, quello all'interno di Casa Menotti, che raccoglie già oltre 300 filmati e 10 mila fotografie, oltre ad un numero imprecisato di scritti, spartiti, manifesti, documenti ufficiali. E la collezione, ci si augura, sarà sempre in continua crescita ed espansione.
Parole di elogio per la famiglia Monini e per Menotti sono state spese da Giorgio Ferrara e da Daniele Benedetti. Quest'ultimo, infine, ha ricordato che proprio in queste ore, a Parigi, è in discussione l'ingresso o meno di Spoleto tra i siti riconosciuti come patrimonio Unesco. Spoletonline incrocia le dita insieme a tutti gli spoletini.


Foto di Ivano Trabalza



Estetica Creola
Il Biologico Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Multiservizi Spoleto
Abbazia Albergo e Ristorante
Umbria Dent


Commenti (5)

Commento scritto da feel il 25 Giugno 2011 alle 21:34
Iniziativa lodevole...


Commento scritto da grazie il 26 Giugno 2011 alle 12:46
Grazie davvero alla famiglia Monini, raro esempio di imprenditoria illuminata, attenta all'arte e alla cultura del proprio territorio... in un mare di proclami fini a se stessi, è giusto dare il giusto riconoscimento a chi sa trasformare le idee in azioni e progetti concreti.

Credo che questo progetto rappresenti un passo molto importante nella storia del Festival, per la sua memoria e per il suo futuro.

Grazie ancora a nome di tanti cittadini che la pensano come me.


Commento scritto da Duno Quarghi il 26 Giugno 2011 alle 14:10
Congratulazioni anche a Stefano Bonilli, che non a caso partecipa al taglio del nastro e colpevolmente non menzionato nell'articolo, per il suo grande lavoro e sogno che oggi vede la luce.

Forse non si sa che lui ha raccolto e salvato moltissime testimonianze fotografiche e video riguardanti il festival ed inoltre ha diretto il lavoro che ha portato all'apertura di questo importantissimo centro.



Commento scritto da Massimo Macrì il 26 Giugno 2011 alle 15:14
Il quasi maniacale perfezionismo del più grande imprenditore (forse l'unico vero) di questa città, ancora una volta mette a segno un altro grande risultato. Conduce la Sua azienda con risultati che la portano ad essere la prima industria olearia italiana, presiede il consorzio Umbria Export e porta in alto il nome delle imprese della nostra regione, promuovendole in tutto il mondo, ora con la sensibilità che lo contraddistingue, si occupa di cultura ed ecco cosa riesce a fare! Zefferino, facci un piacere, adotta Spoleto, prestati per una legislatura come Sindaco, e potremmo vedere Spoleto di nuovo volare in alto. Complimenti per ciò che fai, e soprattutto per come lo fai! Ovviamente i complimenti sono estesi alla Sua gentile sorella che ha seguito in prima persona questa lodevole iniziativa!


Commento scritto da Il Telefono il 26 Giugno 2011 alle 20:45
Cari Monini è una fortuna che esistiate, grandi lodi al vostro impegno per la vera cultura ve ne saremo per sempre grati..... unica nota stonata del contesto e la pancia con la fascia tricolore.


Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Pizzeria Mr Cicci
Il Pianaccio
L'Altro Forno
Lavanderia La Perfetta
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Principe
Spoleto Cinema al Centro
Associazione Cristian Panetto
Grisanti Arreda
Stile Creazioni
Lavanderia La Perfetta
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Panificio Montebibico
Bonifica Umbra