Spoletonline
Edizione del 07 Aprile 2020, ultimo aggiornamento alle 15:10:41
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Spoleto Cinema al Centro
Axis Italy
Parafarmacia Serra
Alimentari Di Cicco Pucci
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante Albergo LE CASALINE
Ristorante Pecchiarda
Electrocasa Spoleto
Ristorante al Palazzaccio
Libreria Aurora
Osteria della Torre
Agriturismo Posto del Sole
Stampa articolo

Valnerina - Sisma, 29 Marzo 2017 alle 15:44:10

Fioritura, la semina ci sarà. Vittoria dei castellucciani su tutte le linee

Le istituzioni regionale e provinciale trovano l'accordo con gli agricoltori


Daniele Ubaldi

I trattori, l'attaccamento alle proprie radici, la ragione ma anche la testardaggine hanno prevalso: i castellucciani semineranno "a modo loro". Partiranno entro questo fine settimana le attività legate alla semina della lenticchia di Castelluccio, la cui coltura è responsabile, oltre che dell'economia della


celebre frazione montana di Norcia, della ancor più celebre fioritura estiva che richiama turisti da tutto il Continente.


Nonostante le critiche mosse dall'amministrazione comunale, sindaco Alemanno in primis, nei confronti degli agricoltori e della loro civile ma ferma protesta, il tavolo con la Regione ha dato retta ai coltivatori diretti e alle loro istanze: la strada per Castelluccio resterà aperta in via straordinaria per il passaggio giornaliero degli agricoltori. I quali, insieme ai propri mezzi e alle sementi, potranno transitare all'interno del traforo di Forca Canapine per poi risalire dal versante marchigiano, fino a raggiungere il Pian Grande.


Grazie alla collaborazione di Regione e Provincia di Perugia, quest'ultima al lavoro proprio sulla strada che i castellucciani percorreranno, il buonsenso e la ragione hanno prevalso sulle strumentalizzazioni di chi, in nome della politica del "fiorellino", si è da subito posto in maniera discutibile nei confronti delle legittime istanze di decine e decine di lavoratori. Non è passata affatto inosservata, ad esempio, l'assenza stridente di qualsiasi esponente dell'amministrazione comunale di Norcia - per la verità neanche qualcuno dell'opposizione - in occasione della "deportazione" di massa dei castellucciani al Casale de li Tappi, per ragioni di sicurezza e di possibile presenza di magliette "sovversive". Un motivo in più per inasprire gli animi già gonfi dei castellucciani, che tuttavia hanno dimostrato piena maturità proseguendo la loro lotta lungo binari civili e democratici. Una linea che alla lunga ha pagato.



Il Biologico Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Azienda Modena
Multiservizi Spoleto
Salute e Bellezza Tracchegiani
Cioccolateria Vetusta Nursia


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Bonifica Umbra
Visit Scheggino
Terminal alle Mattonelle
Bar Moriconi
Adicom
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Acqua Evo
Spoleto Cinema al Centro
Bar ristorante Belli - Spoleto
Il Pianaccio
Principe Store
Trattoria del Passo d'Acera
Bar delle Miniere
Associazione Cristian Panetto
La Fabbrica del Gelato